Nell’articolo di Benedetto Giardina sul Giornale di Sicilia oggi in edicola, le informazioni di una ispezione degli ispettori dell’Agenzia delle Entrate che hanno raggiunto la sede e gli uffici del club rosanero per fare chiarezza su tante questioni fiscali relative al Palermo. L’ispezione nasce da un protocollo di intesa con la Federazione Italiana Gioco Calcio a seguito delle diverse lacune evidenziate dalla Covisoc nella domanda di iscrizione presentata dal club rosanero e ritenuta assolutamente non conforme e idonea dall’organo di controllo federale.
.
Un altro campanello di allarme, scrive il giornale, per una società ormai vicina all’esclusione dei campionati professionistici e vicina probabilmente al fallimento almeno nelle intenzioni dei calciatori rosanero pronti a presentare istanza di fallimento per il mancato pagamento degli stipendi di marzo, aprile, maggio e giugno.

La Covisoc ha evidenziato diverse criticità “in merito ad alcuni crediti utilizzati per compensare carenze patrimoniali e debiti tributari. Crediti per i quali non ci sarebbe prova né dell’esigibilità, né dell’esistenza”.
Così scrive Giardina nel suo articolo ribadendo come gli ex rosanero, supportati dai legali dell’assocalciatori hanno depositato richiesta di fallimento dell’attuale società.
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE