Casinò

Con lo sviluppo della tecnologia in continuo aumento prendono sempre più campo le azioni illegali che colpiscono direttamente i siti di scommesse e nei casinò online. Molti portali su cui scommettere e tentare la fortuna, come Hellspin Casino, stanno via via correndo ai ripari e adottare dure soluzioni per arginare un tale problema che, oramai, va avanti da anni trovando terra spianata.

No all’illegalità ludica

Ad esprimersi in merito alla gestione e alla tutela del gioco online si è espresso il segretario della Commissione di FdI Andrea de Bertoldi che, in una recente intervista, ha dichiarato: “Lo Stato deve tutelare il diritto dei cittadini italiani di poter giocare. Bisogna bloccare l’illegalità, le bische che prosperano in certe regioni d’Italia con leggi troppo restrittive, l’online che si estende nei paradisi fiscali e favorisce il ludopatico chiuso fra quattro mura”.

Il “blocco dell’illegalità” è uno degli obiettivi contemplati anche nel decreto n.773 dell’art. 88, che intende limitare il gioco esclusivamente ai maggiorenni, vietandolo dunque ai ludopatici applicando specifiche misure restrittive. Tutto questo si fonda sul principio della legittimità del gioco, rivolta per l’appunto a tutti quegli individui che fanno delle scommesse un bisogno personale da integrare nelle tante attività della vita quotidiana.

Secondo i dati emessi dalla Guardia di Finanza nei bilanci degli ultimi anni si evince un aumento vertiginoso dei fenomeni illeciti sia online che nelle attività fisiche, complici le svariate agenzie clandestine sparse in tutto il territorio italiano denunciate all’Autorità giudiziaria. Ad aggravare ulteriormente la situazione le numerose sale illegali registrate nel corso dell’anno 2020/2021 a seguito di attività di controllo condotte direttamente dal Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, su mandato dell’Agenzia Dogane e Monopoli.

Andando più a ritroso, precisamente nel 2019, si è stimato un ammontare di circa 20 miliardi di euro improntati nel gioco illecito: cifra che nel corso degli anni è aumentata vertiginosamente a vista d’occhio. Se si considera l’Italia in quanto tale, una condizione del genere si riversa in maniera altamente negativa sul territorio e, chiaramente, risulta essere inaccettabile dal momento che a risentirne maggiormente sono proprio le casse dello Stato.

Se è vero che, come tutte le attività che creano dipendenza, il gioco deve essere svolto responsabilmente, è anche vero che bisogna avere senso civico nel rispetto non solo dell’Italia, ma anche di chi ogni giorno cerca di contrastare il problema, e non cadere nella trappolo dell’illecito. Al contrario, proprio per il bene comune, basterebbe sollevare il problema agli organi competenti per provare quantomeno a scrivere la parola fine.

LEGGI ANCHE

GdS – Prima volta da avversario per La Gumina, ma è solo il prologo 

CorSport – Rebus Brunori. Il Palermo cerca il suo goleador

Argentina, zero minuti per Dybala. Scaloni: “È una scelta tecnica”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui