musumeci cena con 20 persone

E’ cambiata l’asticella delle vaccinazioni negli ultimi giorni in Sicilia, sopratutto da quando anche alla fascia 16-39 è stato permesso di prenotarsi ed effettuare il vaccino. Soltanto qualche giorno fa la nostra regione ha raggiunto i 58.000 vaccinati in un giorno. E d’altro canto, anche su tutto il territorio nazionale la campagna procede a gonfie vele: 600.000 vaccinati si sono registrati 3 giorni fa. Numeri da record e che fanno davvero sperare di arrivare già a fine anno in una condizione di serenità.

Anche il presidente della nostra regione, Nello Musumeci, ha parlato dei numeri strabilianti degli ultimi giorni ai microfoni di Sky TG24 nel corso della trasmissione “Start”: “C’è una diffusa cultura del vaccino in Sicilia, anche nelle fasce giovanili. L’apertura ai giovani ha prodotto una grande crescita nelle somministrazioni: nei primi giorni di avvio, il portale ha registrato ben 120mila richieste. Ed è una stagione davvero felice: se continua così e se avremo vaccini a sufficienza, pensiamo che entro settembre sarà immunizzata la stragrande maggioranza dei siciliani”.

Musumeci si trova in sintonia, poi, con l’idea di procedere alla somministrazione della seconda dose ai turisti che si trovano in Sicilia: “Abbiamo pensato ad aree attrezzate negli stabilimenti balneari e a dei camper con personale medico per arrivare laddove si trovano i turisti, e consentire così le vaccinazioni. Credo che sia necessario conciliare la programmazione della vacanza, che non sempre è un fatto autonomo, con il richiamo del vaccino. Si può mettere il turista nella condizione di andare in vacanza e di sottoporsi al vaccino. Stiamo trattando con il generale Figliuolo e sono convinto che prevarrà il buon senso”.

E sulla possibilità che l’isola diventi zona bianca infine ha concluso: “La Sicilia sta scontando l’ultima zona rossa che dopo Pasqua ci ha messo seriamente in difficoltà. Ma siamo tutti ottimisti e dal 21 giugno anche noi torneremo senza limiti, anche se bisogna continuare a osservare le regole della prudenza. La battaglia contro il virus non è vinta e non è il colore della zona che ci mette al sicuro. Quello che ci mette al sicuro è che anche l’ultimo cittadino siciliano sia sottoposto a vaccino”.

LEGGI ANCHE

Bari, scelto il nuovo direttore sportivo: è un ex Catania

Playoff Serie C, le semifinali: i Grigi vincono in trasferta

ania: l’avvocato cambia obiettivo

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui