Ore calde per il closing
Gli americani parlano con Treacy e soci. L’ex ad da ieri in città per aprire la trattativa

Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola

Come abbiamo scritto ieri sera nel nostro articolo il Palermo fa gola a molti investitori e l’articolo di Benedetto Giardina illustra le due trattative che al momento sembrano ruotare intorno alla società rosanero.
Da una parte il fondo York Capital ha già avviato da tempo contatti con Treacy e può contare fra i suoi azionisti su Credit Suisse quindi su una evidente solidita finanziaria che è uno dei requisiti fondamentali richiesti dalla Federazione. Gli americani vogliono chiudere l’affare in tempi brevi cioè entro la data in cui dovranno essere pagati stipendi e contributi dei tesserati. Il giornale scrive che la trattativa con Follieri sembra definitivamente tramontata (sicuro?) e se l’imprenditore pugliese aveva messo sul tavolo 1.2 milioni in qualità di corrispettivo resta da capire quanto voglia mettere il fondo americano.

Parallelamente, scrive Giardina, c’è un gruppo rappresentato da Rinaldo Sagramola che da diverso tempo è interessato all’acquisizione del Palermo. Sagramola, che ieri è stato in sede tutto il giorno, era già stato a Palermo diversi mesi fa sempre per lo stesso motivo. Sulla composizione del gruppo che sta alle spalle di Sagramola si conosce poco. Lex amministratore delegato rosanero (fino al 2012) starà in città ancora per qualche giorno ma questo è un aspetto di poca importanza considerato che le trattative si svolgono a Milano.
Chiude il giornale: “attorno ai colori rosanero l’interesse è forte. Sia da chi già ha esperienza nel calcio italiano, sia da chi vuole piantare in Sicilia la sua prima bandierina nel mondo del pallone“.
.

leggi anche: Un’americana a Palermo. Forse lunedi puo essere un giorno importante
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE