“Summit a Milano per il nuovo Palermo”
Richardson, Facile e Holdsworth si sono incontrati in Lombardia prima di sbarcare in città

Questo il titolo di Repubblica, in edicola oggi.
Nell’articolo di Tullio Filippone si fa il punto su quelli che dovrebbero essere gli impegni della nuova società nella loro visita a Palermo.
In particolare si focalizza l’attenzione sugli aspetti amministrativi relativi al nuovo consiglio di amministrazione ed alle comunicazioni delle variazioni alla Camera di Commercio.
Scrive il giornale: “Lunedì effettivamente la società ha aperto delle pratiche alla Camera di Commercio per il cambio del un nuovo consiglio di amministrazione e la delega dei poteri ai cinque amministratori dei quali però non si conoscono ancora i nomi”

Un aspetto interessante è proprio capire chi saranno i componenti del nuovo consiglio di amministrazione della società rosanero anche se sembra che Richardson, Facile, Treacy e forse lo stesso Holdsworth ne possano fare parte. La pratica al registro delle imprese risulta ancora sospesa ed il capitale sociale è sempre lo stesso.

Ricordiamo che un aspetto fondamentale in ogni passaggio di proprietà è la comunicazione della documentazione alla Lega Calcio affinché, seguendo le nuove norme stabilite dopo il caso Parma, vengano fatti tutti gli accertamenti del caso, non soltanto sulla solvibilità economica della società ma anche rispetto alla onorabilità dei suoi componenti. Insomma la Lega ha bisogno di nomi e cognomi per fare i suoi accertamenti ed evitare che si ripeta un altro caso come quello del Parma di Manenti.

L’ultimo nodo da sciogliere, scrive il giornale, è quello relativo all’aumento di capitale per arrivare a quei famosi 20 milioni di euro più volte annunciati e dei quali non c’è ancora traccia…e che servono a far fronte alle esigenze di cassa del club di viale del Fante per questa stagione

Non certo per fare operazioni di mercato importanti che nessuno si aspetta. Basta confermare ciò che c’è.
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE