Visto che abbiamo ormai pattuito che la serie A non dovrebbe più essere un tabù, alla luce dei risultati e di una classifica sempre più rosea, poniamo alla luce un altro problema: se con grande ottimismo, ci volessimo proiettare già alla fine del campionato, immaginando festa in piazza Politeama e bandiere che circolano per la città, il nostro atteggiamento sarebbe già di per sé, poco umile; dunque una domanda viene spontanea per abbassare i toni: se questo Palermo dovesse davvero affrontare la serie A, quali tra questi giocatori sarebbe all’altezza di tale palcoscenico? Non è facile dare una risposta, eppure, qualche nome siamo in grado di fornirlo: Cesar Falletti fra tutti, sembra l’uomo giusto per aumentare la qualità in questa squadra, potrebbe essere un fattore in più, per un eventuale massima categoria. Andiamo ai vari Trajkovski e Andrea Rispoli; giocatori che già hanno assaporato questo palcoscenico, con un bel numero di presenze ; dunque saliamo a 3 giocatori, non un numero di certo esaltante. Rajkovic in difesa, insieme al suo collega di reparto  Bellusci  sono giocatori che a nostro avviso possono chiaramente guidare la difesa anche a livelli  più alti di questo; sono forti, hanno messo in mostra un potenziale straordinario, nonostante la non più giovane età; il Palermo può contare dunque su centrali di ferro. Con rammarico, non pensiamo si possa andare avanti con questo speciale elenco , ma la speranza è che qualche giovane nel frattempo cresca e chissà che non possa esplodere il prossimo anno. Alle certezze, purtroppo, si aggiunge anche lo scetticismo; si l’elemento che accompagna il tifoso rosanero per tutta la stagione e non soltanto quest’anno. Il rimedio ci sarebbe attraverso una ‘semplicissima’ nozione: il mercato; ma chi lo farà questo mercato? Chi prenderà il controllo delle operazioni? Non siamo davvero in grado di rispondere, perché l’attesa soltanto potrà fornire un chiarimento, al momento inesistente. Calmiamoci dunque, perché salire in serie A sarebbe straordinario, ma continuare in paradiso sarebbe ancor più bello e su questo punto, abbiamo tanta, troppa paura.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE