Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola

La Lega di B vuole vederci chiaro e per questo motivo ha inviato una PEC per chiedere di “certificare che la cessione di quote e l’attuale compagine sociale presentano le necessarie caratteristiche di autenticità, veridicità e certezza ai fini della normativa».

Dopo le parole del presidente Balata in TV e l’ispezione del direttore generale Pedrelli, la lega di B vuole scongiurare “elementi idonei a configurare ipotesi di esterovestizione, né finalizzati alla realizzazione di pratiche elusive” che tradotto in linguaggio semplice significa spostare la sede all’estero per eludere le tasse.

Benedetto Giardina nel suo articolo sottolinea che negli uffici della Lega a Milano sono ancora in attesa di ricevere quei documenti indispensabili per verificare la solidità economica e finanziaria della nuova proprietà, “documenti per i quali è stata richiesta una integrazione dopo il primo dossier inviato nei tempi previsti.”
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE