Dario, diciottenne e già diverse esperienze. Tra le più importanti: Palermo, Reggina, Marsala, dove giochi attualmente. A quale di questi club sei maggiormente affezionato?

Mi piace pensare sempre al presente, quindi per adesso, l’unico pensiero è quello di lavorare sodo per fare bene e onorare i colori del Marsala, dove fino ad ora mi sono trovato benissimo. Dell’esperienza al Palermo ho tanti bei ricordi, a Reggio posso dire di aver trovato una seconda casa.

Come nasce la tua passione per questo sport?

Da quando sono nato. Non mi è mai venuto in mente di praticare uno sport che non sia il calcio, è una passione che ha radici ben lontane nel tempo.

Raccontaci della tua esperienza al Palermo calcio

Nel 2009 quando mio padre mi portó a fare i provini c’era veramente tantissima gente, circa due mesi dopo è arrivata la chiamata della società e sono entrato a far parte del gruppo dei pulcini. In seguito ho fatto 6 anni con questa maglia, ho veramente dei bei ricordi, è stata veramente una bella esperienza.


Sei tifoso del Palermo? Che ne pensi di quello che sta accadendo in questi mesi. C’è molto malcontento in città

Si sono tifoso del Palermo, ultimamente non l’ho seguito ”ossessivamente” come una volta, ma sono sicuro e spero che sia solo un momento e che uscirà da questa situazione.

Credi che il Palermo possa ottenere la promozione?

Lo spero, per adesso la squadra sta facendo bene, e penso che se continuerà su questa strada i risultati arriveranno senz’altro.

Sei difensore centrale, a chi ti ispiri?

Personalmente mi hanno sempre affascinato  difensori come Sergio Ramos e Nesta, ultimamente mi sta piacendo molto Skriniar.

C’è molta competizione del mondo giovanile… Credi che il settore giovanile siciliano e, in particolare del Palermo, valorizzi molto i suoi giovani?

Si, seguo il settore giovanile del Palermo, ho tanti amici che giocano lì e vedo che stanno facendo molto bene. Comunque, rispetto agli altri settori giovanili italiani a parer mio possiamo ancora migliorare sotto qualche aspetto.

In futuro, qual è il tuo sogno?

Spero in futuro di fare sempre bene, per fare del calcio una vera e propria professione.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE