Si sta tramando alle spalle di Foschi? C’è un preciso disegno inglese oppure è solo approssimazione?
Sono questi i dubbi che possono nascere fra la gente che legge ed ascolta quello che è successo ieri.

“Lee chiede Paganini al Frosinone. E Foschi si arrabbia”
Un doppio caso. Mail all’agente, il consulente di Richardson scavalca il DS

In questo articolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola, si ricostruisce la convulsa giornata di ieri che oltre al caso Holdsworth ha fatto registrare anche lo spiacevole intoppo della ingerenza di questo personaggio Jake Lee, collaboratore di Richardson ed in atto senza alcun ruolo ufficiale nella società rosanero.
Il signor Lee lavora per un’altra società riconducibile a Richardson ed avrebbe provato a fare da intermediario con l’agente del giocatore, per conto del Palermo.
Come scrive il giornale “è stata inviata una mail a Graziano Battistini dove il giovane si sarebbe definito un uomo vicino alla proprietà chiedendo informazioni sul calciatore“.

Il tutto alle spalle di Rino Foschi completamente all’oscuro di tutto ed impegnato invece a Milano a trattare eventuali uscite di calciatori rosanero.

Ed è stato proprio Battistini cioè l’agente del calciatore Paganini, ad avvisare Rino Foschi di questa mail anomala, cosa che ha mandato su tutte le furie l’attuale direttore sportivo rosanero.
Del resto, come abbiamo scritto in un nostro articolo, lo stesso agente di Paganini(Battistini) avrebbe poi ribadito la sua volontà di trattare solo ed esclusivamente con l’attuale direttore Foschi.

Insomma una giornata pesante per il DS rosanero che si è dovuto difendere su due fronti, Holdsworth da una parte e Lee dall’altra. E’ solo un caso?

Oppure, come scrive il giornale, “…il rapporto tra Foschi e la nuova proprietà inglese non sembra dei più idilliaci”?
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE