Il Palermo di Puscas merita una salvezza italiana e la A

I giocatori uniti – e senza stipendio – si battono per la promozione guidati da Stellone e Foschi e caricati dai gol del giovane rumeno dell’Inter

Questo il titolo del Corriere dello Sport, oggi in edicola

 

C’è una rubrica sul Corriere dello Sport chiamata Post e così definita:

“Il punto d’incontro tra un grande giornalista e i lettori del Corriere dello Sport-Stadio- Italo Cucci”

L’articolo di oggi è riservato in gran parte al Palermo, perché il giornalista Cucci risponde ad una mail di un lettore palermitano.

A proposito potete farlo anche voi consultando il giornale e scrivendo alle mail indicate

 

Nella sua risposta, il famoso giornalista elogia la squadra di Stellone che lotta sia per il suo allenatore che per il loro futuro, viste le difficoltà societarie. Ma Cucci fa grandi elogi anche a quello che definisce il Lancillotto rosanero, cioè Rino Foschi

“giocatori senza stipendio guidati dall’unico Lancillotto in circolazione ..personaggio invero romanzesco creato da un Conte Romagnolo – Alberto Rognoni – guarda caso amico dell’antico presidente rosanero Raimondo Lanza di Trabia, il Principe”.

Parole di ammirazione anche per Puscas, eroe in quel di Perugina e poi grande spazio, nella risposta di Cucci, alla questione societaria, seguita molto attentamente.

Il famoso giornalista svela che è pronto un solido gruppo italiano a subentrare agli inglesi e non nasconde una possibile conclusione positiva della trattativa  “…potenziali acquirenti del Palermo, ormai una dozzina. Per fortuna, sento anche “voci di dentro” che suonano ottimismo”.

Con la sua solita ironia scrive che “dopo un “tutti a tavola” a base di cazzilli, panelle, sfincioni, anelletti, sarde, spitini, cannoli e cassate, si deciderà il destino dell’Unione Sportiva Città  di Palermo..”.

.

 

 

 

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE