Di seguito l’aggiornamento in tempo reale delle dichiarazioni più importanti della conferenza stampa di presentazione della nuova proprietà della società di viale del Fante:

Zamparini: “Oggi è un giorno triste. Sono 5 anni che voglio vendere, ma ogni volta mi volevano truffare. Voi pensavate che erano mie invenzioni: erano persone che si erano avvicinate, tre arabi circuiti da un truffatore arabo”

“Le due persone giuste che ho trovato si chiamavano Foschi e Sabatini. Il grande mio errore è stato sbagliare dirigenti del settore sportivo. E questa è colpa mia al 100%. Lascio Palermo molto stanco, mi hanno dipinto come quello che non sono: 55 anni da imprenditore onesto. Quello di oggi è un mondo di pochi valori.”

“Vi voglio bene tutti. Voi giornalisti di Palermo avete fatto il meglio per la vostra professione. Salutarvi mi fa venire un nodo in gola. Zamparini non ha mai fatto fatture false, riciclaggio, autoriciclaggio. Mi hanno dipinto in maniera diversa, le banche europee prendono i dati dai giornali e non dalle sentenze purtroppo. Quando vi raccontavo che c’erano delle persone interessate all’acquisizione del Palermo non dicevo bugie, c’erano delle difficoltà”. Oggi, a Sferracavallo, mi sono commosso perché la gente mi salutava abbracciandomi”

“Sono orgoglioso di quel che sono, vi ringrazio e spero che voi mi accetterete anche se non sono più il presidente del Palermo. Ho conosciuto Platt, capace e intelligente, ma al di fuori della cultura di Palermo. Integratelo! Dovete aiutarli, perché vogliono venire a Palermo per fare bene. Io ho regalato al Palermo 90 milioni della mia famiglia e ho ricavato 10 euro”

Richardson: “Negli ultimi sei mesi abbiamo cercato noi il Palermo, è una grande opportunità per noi”.

“Non c’è soltanto un proprietario, l’organigramma non possiamo dirlo adesso ma lo faremo in seguito. Enfatizzo il fatto che non ci sarà un singolo proprietario”

Belli: “L’acquisto riguarda, oltre la società, anche Mepal. Il tempo in cui rientreranno i soldi lo vedremo adesso anche alla luce del mercato di gennaio”

Platt:”Io sono rappresentante della compagnia, do consigli, un aiuto. Il mercato di gennaio è ancora da stabilire. La squadra non ha giocato male fino ad ora. Siamo venuti per parlare col mister e il direttore Foschi, che hanno vissuto in prima persona la stagione fino a questo momento. Siamo venuti per dare tranquillità, ciò che conta al momento sono i giocatori e il mister. Le cose importanti sono le prestazioni sul campo”

Belli: “Il prezzo di vendita corrisponde a 10 euro. Il giro di affari è quello di 20 milioni che avete già letto”

“La segretezza del proprietario è una richiesta dello stesso, per rispettare oneri finanziari e un iter burocratico, quindi rispettiamo il riserbo che è stato richiesto”

“Clive e lo staff hanno chiesto di conoscere la realtà relativa al Palermo, cosa che accadrà questo pomeriggio”

Platt: “Conosco Clive da 12 anni, mi ha chiesto di venire per dargli una mano. Vediamo come va avanti, non è certo cosa farò e cosa non farò in futuro. Io penso solo all’aspetto calcistico: bisogna dare tranquillità alla gente, stanno succedendo grandi cose qua, la squadra è prima in classifica. Questa è la cosa più importante”

“Io non ho mai giocato qui, contro il Palermo. Quando ero al City volevamo Cavani (ex Palermo), che però è andato al PSG”

Belli: “Financial Innovations ha lavorato come consulente di Zamparini per l’affare. Non ho seguito particolarmente l’aspetto negoziale”

Richardson: “Ancora non siamo sicuri di rimanere in questi giorni, perché abbiamo tanti punti nella nostra agenda. Siamo appena arrivati, ancora non sappiamo com’è strutturata la società. Possono passare settimane o mesi prima di indicare il nostro organigramma”

Platt: “La cosa più importante è quello che mi dice la gente che ha vissuto qui a Palermo, la gente che sta vivendo questa situazione. Non rimango a Palermo, torno a casa. Dobbiamo fare qualche meeting, sicuramente torneremo in questo periodo, perché vogliamo stare al fianco della società”

Foschi: “Zamparini rimarrà consulente in maniera gratuita e amichevole. Io rimango responsabile dell’area sportiva, anzi, forse avrò ancor più responsabilità di prima”

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE