Allevare una serpe in seno è una frase, un modo di dire che significa far del bene a colui che un giorno diventa un pericolo, un nemico.
Con tutta l’ironia del mondo, questo ho pensato questa mattina leggendo un interessante sondaggio pubblicato sul Quotidiano del Sud (edizione di Reggio calabria).
Col sorriso sulle labbra mi sono detto: “Hai capito il buon Fabio, l’abbiamo preso dal nulla e fatto diventare campione del mondo, e questo è il ringrazio!
Perché tanta affettuosa delusione? Perché nel sondaggio in questione è stato chiesto a tutti gli allenatori di serie B di esprimersi su 3 argomenti e uno di questi era:
“Le tre promosse in Serie A?”.
Ebbene 18 allenatori su 19 hanno indicato il Palermo come possibile promossa. Tutti tranne uno, Fabio Grosso, che ha indicato Verona, Brescia e Lecce.
E questo è il ringrazio
(traduzione dal palermitano), mi son detto mentalmente ricordando un collega in quel di Bad!


Torniamo seri e diciamo che oltre al Palermo, gli allenatori di B indicano il Verona come altra possibile promossa con 12 voti. 8 voti per Lecce e Brescia, 3 per il Benevento e due per il Pescara.
Quindi per i mister della cadetteria Palermo e Verona promosse in A, scontro Brescia-Lecce per il terzo posto disponibile. Speriamo sia così.

Le altre domande erano relative alla sorpresa di questo torneo, sia come squadra che come giocatore. La squadra rivelazione è senza dubbio il Lecce, indicata da 12 allenatori. Seguono Pescara ed Ascoli.
Giocatore rivelazione di questa prima parte del torneo è stato eletto Sandro Tonali, centrocampista del Brescia, già convocato da Mancini in nazionale.
Gennaro Tutino, attaccante del Cosenza, al secondo posto.

E Mato Jajalo? Beh lui non è una rivelazione. Casomai una conferma.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE