Non c’è dubbio che quelli appena cominciati o che iniziano oggi sono play off e play out più cari di sempre, perché per effetto della pandemia le squadre si trovano costrette a tutta una serie di accorgimenti che richiedono tanto denaro.
Un interessante articolo di Sebastian Donzella su TMW, fa un po’ i conti in tasca alle squadre di Serie C impegnate chi per provare a raggiungere la promozione, chi per evitare il dilettantismo.

E forse il paradosso maggiore si registra proprio fra i club impegnati nei play out che rischiano di spendere tanto e trovarsi, dopo solo due partite, in serie D.
“Ogni settimana di allenamenti è costata ai club circa 20 mila euro. Tamponi ogni quattro giorni, test sierologici ogni due settimane, sanificazioni continue dei centri sportivi, nuove visite mediche a tappeto. E poi i viaggi distanziati e gli hotel prenotati per intero. Facendo una media, tra i 70 e i 100 mila euro a team, se non di più, sono volati via”, scrive Donzella che sottolinea come con gli stessi soldi si sarebbe potuto comprare un ottimo attaccante di categoria per salvarsi sul campo.

Ma un’altra beffa sarà per le squadre impegnate nei play off che magari si vedranno sfumare il sogno serie B proprio all’ultima partita: per loro le spese saranno molto maggiori perché avranno fatto più tamponi, più viaggi, più hotel, più stipendi e affitti di case per i calciatori. Ogni turno, andata e ritorno, costa circa 50 mila euro, a cui vanno sommati quelli spesi nelle settimane precedenti, alla ripresa degli allenamenti.
.
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM
SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui