La programmazione per la prossima stagione comincia ad essere più snella, pur nell’incertezza del momento, in attesa di ufficializzare l’allenatore del prossimo campionato. L’attenzione dei tifosi e della società riguardava gli impianti: dal centro sportivo sino ad arrivare allo stadio. “Lavori in corso” che stanno per avere una risoluzione definitiva.

Per il primo punto restano calde le piste che portano a Torretta (considerata la location ideale) e Monreale, abbandonata la pista Piana degli Albanesi.

Per la questione stadio, come riporta il Corriere dello Sport, sembra affacciarsi una soluzione positiva della vicenda: la fumata bianca, l’accordo tra il Comune e il Palermo è vicino.

La bozza di convezione, è all’esame del collegio dei revisori dei conti, nei prossimi giorni passerà al Consiglio Comunale per essere approvata con la durata di sei anni.

Il segnale di svolta è stato lanciato proprio dal sindaco Orlando che ha dichiarato: “Il “Barbera” è la sede naturale e ovvia in cui il calcio nella sua massima espressione a Palermo deve giocarsi“.

Ad accelerare il tutto anche i limiti di tempo previsti, un solo mese, per presentare alla Covisoc entro il 29 luglio la disponibilità di un impianto omologato per la serie C, un requisito necessario per l’iscrizione al prossimo campionato.

Sembra quindi scongiurato il rischio di veder giocare altrove i giocatori in maglia rosa-nero. Da superare adesso altri ostacoli di materia burocratico-fiscale, come la diminuzione del canone annuo. Il Palermo potrà infatti usufruire di sconti o agevolazioni fiscali rispetto ai 340.000 euro di locazione inizialmente richiesti.

La strada sembra in discesa, sembra tornare il sereno in attesa della prossima stagione.

LEGGI ANCHE: Ecco la proposta di delibera per la concessione dello stadio Barbera

Entro fine luglio va presentata la documentazione per l’iscrizione in C. E serve indicare lo stadio

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM
SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui